La Vecchia Vallata

Tags: oliveoil, Puglia, lapugliadellolio, panzerotto, weareinpuglia, lavecchiavallata, vieniamangiareinpuglia, gusto, cucinaitaliana

Un prato all'inglese, tovagliette da picnic qua e là, musica jazz in sottofondo, abiti leggeri che fluttuano al vento, petali di fiori tra i capelli e un profumo delizioso. Seguendone le tracce scopro un adorabile furgoncino, lucine sospese che regalano allegria, un simpatico tran tran, tra sbuffi di farina e mattarello, prelibati ingredienti e un invitante sfrigolio, ecco spuntare il panzerotto: è vaporoso, dorato, bollente, tutto per me!


IMG_7045

D'un tratto, però, un fastidioso ronzio interrompe il mio squisito spuntino ai colori del tramonto, i miei amici hippy si dissolvono, i tavolini quadrettati anche e le frizzanti note si affievoliscono... è la sveglia che suona! È stato un gustosissimo sogno!

Ma quel panzerotto, così buono e paffuto, l'ho mangiato davvero, da Gianni e Nicola, i nostri amici de La Vecchia Vallata che, con il loro food truck Frisce e Mange mi hanno fatto sognare prelibatezze on the street.

Spargere felicità, unire attraverso il cibo
La tradizione più pugliese che ci sia incontra l'allegria e la passione di due fratelli buongustai che, sotto l'attenta supervisione di mamma Barbara, hanno una missione: deliziare il palato, in quel di Gioia del Colle (BA) e in giro per l'Italia, su quattro ruote cariche di energia e sapori.
A spasso per il Paese e ogni giorno in cucina, si muovono anche gli Aromatizzati Le Ferre, pronti a impreziosire i panzerotti e a stuzzicare la fantasia.

IMG_7076.

Dettagli retrò, ricordi di un secolo ormai passato, oggetti di famiglia che scaldano il cuore: una vecchia bilancia, una cattedra degli anni '60, la bicicletta del nonno, vi sentirete avvolti da un clima familiare. Un quadretto di Frida Kahlo mi osserva dall'alto: capisco che l'estro e la creatività non mancano.

Lo street food non è improvvisazione, lo si scopre sin dal primo morso. Si ricercano ingredienti d'eccellenza (Gianni e Nicola percorrono talvolta chilometri), si uniscono, si sperimentano, infine si "costruisce" il panzerotto, quello vero, preparato come una volta, con tagliapasta e forchetta, a lenta lievitazione (36-48 h), curandone poi, la frittura, leggera e gustosa.
Vedendo all'opera i due fratelli Marzano ho subito l'acquolina in bocca, i loro racconti accompagnano la preparazione, quel che bolle in pentola è una panzerotto meraviglioso!
Ok, metto da parte penna e taccuino 📝 e….assaggio!

📌 La ricetta per noi
- Mortadella artigianale della Valle d'Itria.
- Formaggio ai Tre Latti della Foresta Umbra.
- Verdure in olio extravergine d'oliva Le Ferre Aromatizzato allo Scalogno (la cui intensa fragranza è amatissima in cucina).

Screenshot_2017-02-09-16-54-00 IMG_20170209_114803

Che dire? Un tour della Puglia nel panzerotto 💚

Come in una variopinta tela di Frida, i colori degli Aromatizzati fanno capolino: il timo e il limone, la menta e l'arancia, a ciascuno il proprio goloso ripieno, profumi semplici che sanno di natura, in mille combinazioni.

IMG_20170209_111128 (3)Il buon olio extravergine d'oliva fa coppia con il panzerotto qui a La Vecchia Vallata, "Le Ferre è qualità, sa di famiglia, ci ricorda la bellezza della campagna e poi…mamma lo ha assaggiato e…non ha avuto dubbi: è buono!" mi dice Gianni 😊

Screenshot_2017-02-09-17-07-10
"Amiamo osservare la felicità negli occhi di chi assaggia", perché del cibo non vogliono trasmetterne soltanto la bontà, ma anche l'emozione che sia legata a un ricordo (di casa, ad esempio, se si è distanti) a momenti di gioiosa condivisione, all'istante stesso in cui si scopre un sapore nuovo.

 

D'accordo, è ora di andar via, la mia mattinata gastronomica all'insegna del panzerotto (a regola d'arte) è volata in un baleno!


panzerotto

Tra un sogno e un altro, c'è sempre spazio per un bel panzerotto!

Grazie ragazzi, ad maiora 😉