La Barca

Tags: chef, food, oliveoil, cucina, Puglia, blog, leferre, italy, weareinpuglia, gusto, olioextraverginedoliva, pulsano

LA BARCA


L'aria è tiepida, il sole splende in un cielo terso. Il silenzio, le voci ovattate qua e là, il traffico inesistente. Parcheggio, scendo dall'auto, mi fermo per un momento: si respira il mare, si ascoltano le onde sottili.
Marzo diventa subito aprile, con la dolcezza delle prime giornate primaverili.



È ancora presto per crogiolarsi al sole, ma osservare il luccichio dell'acqua è un toccasana.
Sono a Marina di Pulsano, piccola "isola" naturale in provincia di Taranto. Il Salento, del mare cristallino e delle folle estive, è a un passo.

IMG_20170307_101737 (1)
Qui, un posticino delizioso mi attende. La Barca è la meta di oggi, storico ristorante adagiato sul mare.
La tranquillità del mattino è avvolgente: la luce filtra delicatamente dalle ampie finestre che si affacciano sugli scogli. Il blu abbraccia lo sguardo, il bianco candido degli arredi distende, fugaci le pennellate di colore.

Screenshot_2017-03-07-12-12-26 (2)
Incontro Salvatore Carlucci, lo chef, tornato "a casa" per dar spazio alla fantasia con gli ingredienti della nostra terra (il buon pescato, innanzitutto), sperimentando ogni giorno.

L'olio extravergine d'oliva Le Ferre
affianca la creatività.
Se il Multivarietale è la base di ogni preparazione, Picholine, olio più corposo,
è perfetto a crudo, sulle tartare di tonno.
L'aromatizzato alla Maggiorana, amatissimo dallo chef, è il tocco d'autore sulle marinate.

 

 

Sposto le lancette, le sfumature del tramonto invadono il ristorante, sto assaporando il suo risotto allo zafferano, polvere di liquirizia e tartare di gambero…un'alchimia di gusti mi riporta alla realtà: come nasce un piatto simile? - chiedo da pasticciona dei fornelli - o l'hot dog di ricciola, (wurstel di pesce, pan brioche, sedano rapa, salsa agrodolce allo zenzero, aglio e peperoncino)?

"Logica, istinto, associazione, errore - mi spiega chef Carlucci - sono gli ingredienti che interagiscono". Ebbene sì, anche l'errore può rivelarsi prezioso. Non ci credete? L'Ostrica, cocco e passione, è nata proprio così; oggi è un portafortuna, apprezzato dalla stampa di settore, mai un errore nella preparazione di una gelatina fu più propizio :-)

[caption id="attachment_4933" align="aligncenter" width="209"]cronachedigusto "Ostrica, cocco e passione" da Cronache di Gusto (04/03/2016).[/caption]

Cambiamo per un attimo scenario. Via l'orizzonte liquido dinanzi a noi, spazio a boschi innevati e celi immensi. Immaginiamo casette coi tetti a punta, renne e il sole di mezzanotte. Eccomi atterrata in Lapponia, terra magica, dove chef Carlucci ha studiato per oltre un anno. Un tassello che mi ha subito affascinata.

chef

In Finlandia, a Rovaniemi (sì, il paese di Babbo Natale, fino a -50° nei mesi più freddi) "ho trascorso l'esperienza professionalmente più bella", mi racconta lo chef : "Qui si vive a stretto contatto con la natura e i lunghi periodi di buio destabilizzano, ma la ricerca è continua, le tecniche culinarie di eccellente qualità, dalle marinature alla conservazione della carne e del pesce, imprescindibile!".

Un bagaglio di conoscenze che porta con sé ogni giorno, qui a La Barca, in un gioco di fantasia e tecnica, tra tradizione e ricerca (in realtà in continua fusione).
"Non cambierei mai le polpette di mia nonna, perché l'emozione è l'essenza della tradizione stessa".

IMG_20170307_111721 (1)

📝 Dalle fredde latitudini torniamo a sud, con un piatto sorprendente, la pizza liquida, ovvero la perfetta rivisitazione di un prodotto pugliese doc, la frisella.
- friselle
- olio extravergine d'oliva Picholine Le Ferre
- alici
- mozzarella
- pelato
La frisella (sbriciolata sino a diventare un letto di velluto) in un turbine di sapori mediterranei, tutti da gustare!

Ogni piatto è un racconto, fatto di forme e colori, la cucina è un viaggio, un ponte, è cultura alimentare, legata alla stagionalità.



È ora di andar via, la cucina si sta mettendo in moto. Saluto Saverio, gestore (la Barca nacque con i suoi genitori circa trent'anni fa) e ringrazio chef Carlucci. Se amate il mare, La Barca, vi conquisterà.

Uscendo, noto piccole barche colorate in ceramica, riconosco l'artista e mi sento a casa, in Puglia! ⛵